Cemento in interno: perché no?
cemento in interni

Il cemento in interno è una soluzione adorata dagli interior designer, in quanto avvicina gli ambienti al gusto industrial.

Cemento in interno: rivoluzione estetica?

L’evoluzione dell’edilizia ha portato alla nascita di soluzioni un tempo impensabili e alla nascita di materiali che sanno proporsi utili e complementari sia nelle aree interne che ed esterne dell’abitazione. I trend del momento guardano, in particolare, all’introduzione del cemento in interno e molti designer lo propongono sia negli edifici residenziali che nelle strutture commerciali.

Come si inserisce in cemento in interno?

Innanzitutto dobbiamo fare una grande precisazione, in quanto non si tratta di una colata di cemento classica, ma dell’impiego del materiale più raffinato, oppure di supporti diversi che mimano l’effetto cemento e lo propongo di conseguenza negli spazi interni. E’ questo il caso del grès porcellanato ad effetto cemento, un sistema molto bello, economico e facile da pulire che può rivestire le cucine, i living e anche i bagni offrendo uno stile molto piacevole. Negli altri casi l’effetto cemento in interni si può ottenere mediante tecniche diverse, quali ad esempio:

  • il getto pieno in calcestruzzo, figlio dell’industria e ora applicato anche nelle abitazioni privati, il quale può essere gettato con tecnica elicotterata oppure levigata come ad esempio accade nelle terrazze alla veneziana
  • il massetto a basso spessore, ovvero realizzando un massetto di pochi centimetri, al massimo di 5 cm con eventuale aggiunta di aggreganti se si desidera ottenere una finitura levigata
  • il rivestimento cementizio ovvero un rivestimento a bassissimo spessore, pari a pochi millimetri ed eseguito con malta cementizia. La finitura in questo caso può essere realizzata a mano e con spatole ed eventualmente carteggiata per evidenziare la lavorazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

aprile: 2020
L M M G V S D
« dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Cemento in interno: perché no?
cemento in interni

Il cemento in interno è una soluzione adorata dagli interior designer, in quanto avvicina gli ambienti al gusto industrial.

Cemento in interno: rivoluzione estetica?

L’evoluzione dell’edilizia ha portato alla nascita di soluzioni un tempo impensabili e alla nascita di materiali che sanno proporsi utili e complementari sia nelle aree interne che ed esterne dell’abitazione. I trend del momento guardano, in particolare, all’introduzione del cemento in interno e molti designer lo propongono sia negli edifici residenziali che nelle strutture commerciali.

Come si inserisce in cemento in interno?

Innanzitutto dobbiamo fare una grande precisazione, in quanto non si tratta di una colata di cemento classica, ma dell’impiego del materiale più raffinato, oppure di supporti diversi che mimano l’effetto cemento e lo propongo di conseguenza negli spazi interni. E’ questo il caso del grès porcellanato ad effetto cemento, un sistema molto bello, economico e facile da pulire che può rivestire le cucine, i living e anche i bagni offrendo uno stile molto piacevole. Negli altri casi l’effetto cemento in interni si può ottenere mediante tecniche diverse, quali ad esempio:

  • il getto pieno in calcestruzzo, figlio dell’industria e ora applicato anche nelle abitazioni privati, il quale può essere gettato con tecnica elicotterata oppure levigata come ad esempio accade nelle terrazze alla veneziana
  • il massetto a basso spessore, ovvero realizzando un massetto di pochi centimetri, al massimo di 5 cm con eventuale aggiunta di aggreganti se si desidera ottenere una finitura levigata
  • il rivestimento cementizio ovvero un rivestimento a bassissimo spessore, pari a pochi millimetri ed eseguito con malta cementizia. La finitura in questo caso può essere realizzata a mano e con spatole ed eventualmente carteggiata per evidenziare la lavorazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

aprile: 2020
L M M G V S D
« dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930