Restauro Thiene 5 aspetti da considerare
restauro Thiene

Il restauro Thiene chiede di essere considerato con attenzione sotto molti aspetti.

Chi sceglie di restaurare deve considerare tanti aspetti. Il restauro non è solo un’opera di rivalutazione pratica, ma un servizio che viene reso al tessuto urbano e alla stessa collettività. Si tratta di una scelta importante, che acquista un valore speciale quando il restauro ha un valore conservativo e legato alla storia di un certo luogo. Nel restauro, Thiene e i paesi limitrofi si propongono come luoghi cruciali, perché molte sono le condizioni da considerare e gli aspetti urbanistici e storici che meritano attenzione. Vediamo 5 aspetti da considerare per chi sceglie di iniziare un restauro a Thiene.

1- Considerare la zona di riferimento: un restauro può essere conservativo o meno, ma la valutazione complessiva deve tenere conto del tessuto urbano di riferimento. In parole semplici, bisogna guardarsi attorno per dare vita a progetti armoniosi con l’ambiente e con il contesto che circonda l’immobile;

2- Parlare con gli uffici di riferimento: non si tratta solo di parlare e con gli uffici tecnici, ma anche di dialogare con le autorità, soprattutto se lo stabile presenta delle particolarità o una speciale valenza storica;

3- Valutare la bioedilizia: il restauro Thiene vanta una tradizione notevole e interessante, basti pensare ai progetti legati alla meravigliosa Villa Fabris. La bioedilizia può essere valutata come una strada da percorrere, perché si tratta di soluzioni che possono rendere la ristrutturazione amica dell’ambiente e al servizio degli abitanti;

4- Studiare l’architettura del passato: non serve essere ingegneri o architetti per costruirsi una valida cultura sull’architettura del territorio. Basta un giro in bibliotecario, per capire quali sono gli elementi antichi che possono essere resi moderni e introdotti per dare vita ad un lavoro ben fatto, ma soprattutto legato al territorio sotto ogni aspetto;

5- Scegliere l’impresa giusta: chi lavora nel restauro conosce le regole e le difficoltà, ma anche le infinite possibilità che questa arte sa riservare. Il restauro Thiene merita di essere portato avanti da aziende specializzate, come l’Impresa Edile Baraldo, forte nel resaturo e di un’esperienza maturata in anni di attività.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

aprile: 2020
L M M G V S D
« dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Restauro Thiene 5 aspetti da considerare
restauro Thiene

Il restauro Thiene chiede di essere considerato con attenzione sotto molti aspetti.

Chi sceglie di restaurare deve considerare tanti aspetti. Il restauro non è solo un’opera di rivalutazione pratica, ma un servizio che viene reso al tessuto urbano e alla stessa collettività. Si tratta di una scelta importante, che acquista un valore speciale quando il restauro ha un valore conservativo e legato alla storia di un certo luogo. Nel restauro, Thiene e i paesi limitrofi si propongono come luoghi cruciali, perché molte sono le condizioni da considerare e gli aspetti urbanistici e storici che meritano attenzione. Vediamo 5 aspetti da considerare per chi sceglie di iniziare un restauro a Thiene.

1- Considerare la zona di riferimento: un restauro può essere conservativo o meno, ma la valutazione complessiva deve tenere conto del tessuto urbano di riferimento. In parole semplici, bisogna guardarsi attorno per dare vita a progetti armoniosi con l’ambiente e con il contesto che circonda l’immobile;

2- Parlare con gli uffici di riferimento: non si tratta solo di parlare e con gli uffici tecnici, ma anche di dialogare con le autorità, soprattutto se lo stabile presenta delle particolarità o una speciale valenza storica;

3- Valutare la bioedilizia: il restauro Thiene vanta una tradizione notevole e interessante, basti pensare ai progetti legati alla meravigliosa Villa Fabris. La bioedilizia può essere valutata come una strada da percorrere, perché si tratta di soluzioni che possono rendere la ristrutturazione amica dell’ambiente e al servizio degli abitanti;

4- Studiare l’architettura del passato: non serve essere ingegneri o architetti per costruirsi una valida cultura sull’architettura del territorio. Basta un giro in bibliotecario, per capire quali sono gli elementi antichi che possono essere resi moderni e introdotti per dare vita ad un lavoro ben fatto, ma soprattutto legato al territorio sotto ogni aspetto;

5- Scegliere l’impresa giusta: chi lavora nel restauro conosce le regole e le difficoltà, ma anche le infinite possibilità che questa arte sa riservare. Il restauro Thiene merita di essere portato avanti da aziende specializzate, come l’Impresa Edile Baraldo, forte nel resaturo e di un’esperienza maturata in anni di attività.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

aprile: 2020
L M M G V S D
« dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930