Cocciopesto la bellezza dei materiali semplici
cocciopesto

L’intonaco di cocciopesto.

Il cocciopesto è un materiale che sta scoprendo una nuova vita e che si propone sempre più richiesto nelle ristrutturazione abitative, ma anche nelle nuove costruzioni. Si tratta di un materiale antico, già impiegato dai romani nelle loro costruzioni.

Cocciopesto: di cosa si tratta

Il cocciopesto è costituito da una base di calce alla quale viene aggiunta la polvere di latterizio. Il risultato è un intonaco positivo dal punto di vista idraulico perché resistente all’umidità. Probabilmente questo materiale edile fu scoperto dai fenici, ma i romani lo impiegarono moltissimo nelle loro costruzioni, sia nella realizzazione delle case che nelle costruzioni civili come i ponti, gli acquedotti, le cisterne e le pareti, in quanto si tratta di un materiale particolarmente adatto ai muri umidi.

Le caratteristiche del cocciopesto

Il cocciopesto vanta tante buone caratteristiche, in particolare:

  • è facile da realizzare;
  • è rapido da posare;
  • dura molto nel tempo;
  • ha ottime capacità igroscopiche ed è traspirante;
  • è molto piacevole dal punto di vista estetico.

A seconda dei mattoni che vengono frantumati al suo interno, il materiale può assumere una colorazione gialla oppure rossa, quindi si tratta di un intonaco già colorato e che non richiede una pittura successiva. Questo aspetto le rende più economico e veloce rispetto all’intonaco tradizionale.

Il cocciopesto contro l’umidità di risalita

Abbiamo spesso affrontato il problema dell’umidità di risalita, che si crea nelle case antiche e spesso nelle abitazioni al piano terra. Il cocciopesto si propone come un materiale intelligente se la casa è priva di fondazione, se manca di un’adeguata impermeabilizzazione del basamento dell’edificio o se si tratta di una porzione di abitato parzialmente interrata.

Il cocciopesto ai giorni nostri

Anche se la composizione del cocciopesto è semplice, l’edilizia moderna fatica a reperire i giusti materiali in quanto è ‘abituata’ a lavorare con i pre-miscelati. Ciò non toglie che chi desidera costruire o restaurare casa con materiali ricercati possa affidarsi a questa soluzione,che può essere impiegata sia per ambienti interni che esterni.

Vasca da bagno in cocciopesto

Esempio di vasca in cocciopesto, fonte http://lineasemplice.blogspot.it/2011/10/vasca-cocciopesto.html

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

novembre: 2020
L M M G V S D
« dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Cocciopesto la bellezza dei materiali semplici
cocciopesto

L’intonaco di cocciopesto.

Il cocciopesto è un materiale che sta scoprendo una nuova vita e che si propone sempre più richiesto nelle ristrutturazione abitative, ma anche nelle nuove costruzioni. Si tratta di un materiale antico, già impiegato dai romani nelle loro costruzioni.

Cocciopesto: di cosa si tratta

Il cocciopesto è costituito da una base di calce alla quale viene aggiunta la polvere di latterizio. Il risultato è un intonaco positivo dal punto di vista idraulico perché resistente all’umidità. Probabilmente questo materiale edile fu scoperto dai fenici, ma i romani lo impiegarono moltissimo nelle loro costruzioni, sia nella realizzazione delle case che nelle costruzioni civili come i ponti, gli acquedotti, le cisterne e le pareti, in quanto si tratta di un materiale particolarmente adatto ai muri umidi.

Le caratteristiche del cocciopesto

Il cocciopesto vanta tante buone caratteristiche, in particolare:

  • è facile da realizzare;
  • è rapido da posare;
  • dura molto nel tempo;
  • ha ottime capacità igroscopiche ed è traspirante;
  • è molto piacevole dal punto di vista estetico.

A seconda dei mattoni che vengono frantumati al suo interno, il materiale può assumere una colorazione gialla oppure rossa, quindi si tratta di un intonaco già colorato e che non richiede una pittura successiva. Questo aspetto le rende più economico e veloce rispetto all’intonaco tradizionale.

Il cocciopesto contro l’umidità di risalita

Abbiamo spesso affrontato il problema dell’umidità di risalita, che si crea nelle case antiche e spesso nelle abitazioni al piano terra. Il cocciopesto si propone come un materiale intelligente se la casa è priva di fondazione, se manca di un’adeguata impermeabilizzazione del basamento dell’edificio o se si tratta di una porzione di abitato parzialmente interrata.

Il cocciopesto ai giorni nostri

Anche se la composizione del cocciopesto è semplice, l’edilizia moderna fatica a reperire i giusti materiali in quanto è ‘abituata’ a lavorare con i pre-miscelati. Ciò non toglie che chi desidera costruire o restaurare casa con materiali ricercati possa affidarsi a questa soluzione,che può essere impiegata sia per ambienti interni che esterni.

Vasca da bagno in cocciopesto

Esempio di vasca in cocciopesto, fonte http://lineasemplice.blogspot.it/2011/10/vasca-cocciopesto.html

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

novembre: 2020
L M M G V S D
« dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30