Lbc: scopriamo cos’è il Living Building Challenge
living building challenge

Cos’è il living building challenge?

Con l’acronimo Lbc si intende il protocollo iving buil che valuta le reali prestazioni energetiche di un edificio nel primo anno di costruzione. Al contempo si tratta di una certificazione, molto ambita e decisamente interessante, che si compone di 20 imperativi e di 7 ‘petali’, che indicano le diverse aree di sostenibilità.

Living Building Challenge: di cosa si tratta

Anche se in Italia il protocollo Living Building Challenge è ancora poco conosciuto, si tratta di una meta che può essere raggiunta nel tempo, di una filosofia che merita di essere conosciuta e seguita da chi lavora nell’edilizia e nella progettazione, al fine di dare vita ad edifici amici dell’ambiente e dell’essere umano. Approfondiremo il tema del protocollo Lbc nel corso dei nostri post e oggi scopriamo quali sono i sette petali e le loro caratteristiche.

petali living building challenge

I petali del Living Building Challenge Lbg

Living Building Challenge: gli intenti dei petali

  • Place: il luogo ovvero la volontà di riallineare la modalità con cui le persone comprendono e quindi si relazionano con l’ambiente che le circonda. Secondo i canoni Living Building Challenge l’ambiente deve riconnettersi alla sua storia e alle radici culturali;
  • Water: l’acqua, che deve essere considerata come una risorsa preziosa e centrale e che va ridefinita nel concetto di percezione delle persone, al fine di rivalutarla come bene comune al servizio della vita;
  • Energy: l’energia, che deve segnare una nuova era nella progettazione dove tutto ciò che viene costruito lo è di fatto impiegando fonti energetiche sostenibili e si propone di lavorare in modo salutare e mai inquinante;
  • Health& happiness: salute e felicità, perché gli spazi devono essere sani e solidi e la progettazione deve analizzare ogni fattore che può compromettere la felicità e la salubrità di una costruzione;
  • Materials: i materiali che non devono essere tossici, ma rigenerativi, equi e trasparenti dal punto di vista sociale;
  • Equity: l’equità che mira a cerare un senso di comunità giusto ed equo, che non dipende dall’età, dalla classe sociale, dal genere o da altri fattori discriminati;
  • Beauty: la bellezza che deve essere ricercata ogni progettazione e costruzione e diventare un bene comune al servizio di tutta la popolazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

aprile: 2018
L M M G V S D
« dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
Lbc: scopriamo cos’è il Living Building Challenge
living building challenge

Cos’è il living building challenge?

Con l’acronimo Lbc si intende il protocollo iving buil che valuta le reali prestazioni energetiche di un edificio nel primo anno di costruzione. Al contempo si tratta di una certificazione, molto ambita e decisamente interessante, che si compone di 20 imperativi e di 7 ‘petali’, che indicano le diverse aree di sostenibilità.

Living Building Challenge: di cosa si tratta

Anche se in Italia il protocollo Living Building Challenge è ancora poco conosciuto, si tratta di una meta che può essere raggiunta nel tempo, di una filosofia che merita di essere conosciuta e seguita da chi lavora nell’edilizia e nella progettazione, al fine di dare vita ad edifici amici dell’ambiente e dell’essere umano. Approfondiremo il tema del protocollo Lbc nel corso dei nostri post e oggi scopriamo quali sono i sette petali e le loro caratteristiche.

petali living building challenge

I petali del Living Building Challenge Lbg

Living Building Challenge: gli intenti dei petali

  • Place: il luogo ovvero la volontà di riallineare la modalità con cui le persone comprendono e quindi si relazionano con l’ambiente che le circonda. Secondo i canoni Living Building Challenge l’ambiente deve riconnettersi alla sua storia e alle radici culturali;
  • Water: l’acqua, che deve essere considerata come una risorsa preziosa e centrale e che va ridefinita nel concetto di percezione delle persone, al fine di rivalutarla come bene comune al servizio della vita;
  • Energy: l’energia, che deve segnare una nuova era nella progettazione dove tutto ciò che viene costruito lo è di fatto impiegando fonti energetiche sostenibili e si propone di lavorare in modo salutare e mai inquinante;
  • Health& happiness: salute e felicità, perché gli spazi devono essere sani e solidi e la progettazione deve analizzare ogni fattore che può compromettere la felicità e la salubrità di una costruzione;
  • Materials: i materiali che non devono essere tossici, ma rigenerativi, equi e trasparenti dal punto di vista sociale;
  • Equity: l’equità che mira a cerare un senso di comunità giusto ed equo, che non dipende dall’età, dalla classe sociale, dal genere o da altri fattori discriminati;
  • Beauty: la bellezza che deve essere ricercata ogni progettazione e costruzione e diventare un bene comune al servizio di tutta la popolazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli Recenti

CALENDARIO DEI POST

aprile: 2018
L M M G V S D
« dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30